Quattro buoni motivi per spegnere, di notte, le luci del tuo acquario

Gestire correttamente un acquario per uso professionale, che si tratti di una pescheria, di un ristorante o di un’area a ciò adibita i nella grande distribuzione, richiede alcuni piccoli accorgimenti che, ove applicati costantemente, incidono anche in maniera significativa sui costi di gestione e – soprattutto – sulla qualità del prodotto ittico che viene venduto o servito a tavola.

17390624_1821139581470254_1960173192084762679_o.jpg

In Tecnoimpianti lavoriamo, da sempre, a fianco di chi opera sul campo e abbiamo individuato quattro buoni motivi per spegnere le luci nell’acquario di notte.

1. Si ricrea la naturale alternanza giorno/notte

L’alternanza tra luce e buio è un elemento naturale che, in ambienti chiusi e all’interno dei locali viene pregiudicata, senza questo semplice accorgimento. Spegnere le luci dell’acquario, al temine della giornata di lavoro, riduce lo stress a cui sarebbe sottoposto il prodotto quindi meno stress per gli animali.

2. Il tuo acquario resta più bello e più a lungo

Lasciare il tuo acquario al buio, di notte, rallenta notevolmente il processo di formazione delle alghe. Risultato: l’acquario rimane più pulito, più bello e più a lungo.

3. Risparmi energia elettrica

Il suggerimento è semplice e l’effetto è ovvio: ma hai mai pensato a quanto potresti risparmiare, in un anno, lasciando spente le luci dell’acquario? Potrebbero essere diverse decine di euro all’anno (al variare della dimensione dell’acquario). In una gestione oculata di un’attività, eliminare i “microcosti” che normalmente si trascurano, potrebbe fare tutta la differenza del mondo!

4. Riduci i costi di manutenzione

Un altro costo “nascosto” e legato al “non spegnere” le luci di notte è legato ai maggiori interventi di pulizia che devi sostenere se lasci le luci accese di notte. Anche in questo caso, spesso, si tende a trascurare questo costo nascosto che, secondo la nostra esperienza è tutt’altro che trascurabile.